Vorrei…

 

Vorrei sostare

in un angolo adombro di stelle.

Felici illusioni se ne vanno,

lasciando il posto all’oblio..

L’ovvio è azzerato

e io con un cavallo alato

mi nascondo tra gli astri,

privi di luce e di beltà riflesse.

Ormai è tardi per riposare,

ormai è tardi per ridere.

Ormai è tardi.

Tardi per uscire

Tra i gigli e gli strass.

Le pose nei locali non perdonano.

Ormai è tardi per il dialogo .

Il soliloquio, parlare con i sassi,

allevia l’angoscia, l’istupidirsi

sul da farsi.

Ridere è un po’ vivere

Ma ridere comporta una cosa

a dirsi strana.

Comporta la parentesi

da tutto,  un’ epochè

da ogni, ogniqualvolta,

ogni sorta di stelle

si avvia a scomparire.

Io mi alzo , stanca del sole,

nostalgica del nulla che fino

a un’ora mi era stretto,

chiusi gli occhi, in un cielo nero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...