A Luciano

Ore dalle ali d’oro

di un tempo sospeso

da ogni dove,

grazie al tuo generoso

e felice soccorso.

Faro delle notti

sprovviste di stelle,

tu sei colui che ama,

che riama

con la lieve speranza

che il mio tempo,

pervaso da dolore indicibile,

possa, come una farfalla

volare librando….

Persa in una singolare tristezza,

trascorrevo giorni bui,

senza sole e colori,

malgrado la volontà

di creare per noi

abiti nuovi, fatti con la seta

più leggera d’Oriente.

Piangevo e al contempo

ridevo la mia spossante angoscia,

finché al riparo di un’umile grotta,

assaporai il profumo di quella sera d’inverno,

in cui il nostro sguardo intravide

l’antro più profondo di noi stessi.

Fu allora che il mio timido cuore

tornò a sorridere… marito mio.

Con pura e rinnovata ingenuità,

ti ascoltai, lasciandomi condurre

al tuo fianco,

dal mio piccolo paese

alla città che ti accolse…

Per gustare insieme la felicità delle piccole

e grandi cose…

 

Poesia scritta da Cristina Giordanino

Vincitrice del concorso di poesia Alhena 2016

Pubblicata sul catalogo Guerra e Pace nell’Arte – Alhena editore

3 pensieri su “A Luciano”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...